REACH 2021 – Le soluzioni proposte dalle istituzioni

Come già accennato in precedenzala realizzazione di prodotti rigenerati in base al nuovo regolamento REACH, che entrerà in vigore nel Febbraio 2021, è tutt’altro che semplice.
Cambierà la concentrazione limite di APEOS (alchilfenoli etossilati) all’interno di ogni campione, che dovrà essere pari e non superiore ai 100 ppm, valore molto ridotto rispetto ai normali standard (intorno ai 300 ppm).

disagi che ne conseguono sono diversi, e proprio per questo avevamo scelto di lanciare una richiesta di aiuto al Ministero dello Sviluppo Economico.
Le istituzioni ci hanno risposto, offrendoci due possibili soluzioni:

  1.  La prima consiste nel realizzare prodotti rigenerati al 100%, senza l’utilizzo di altre fibre; tale scelta creerebbe problematiche legate ai capitolati dei grandi brand, che in tal modo aumenterebbero gli APEOS.
  2.  La seconda suggerisce di inserire sulle etichette di ogni prodotto “lavaggio a secco”; questa opzione eviterebbe (in teoria) i lavaggi in acqua, ovvero la più grande fonte d’inquinamento e contaminazione della fauna marina.
Noi di Fil-3, nel nostro piccolo, stiamo ancora studiando un modo per raggiungere i limiti richiesti dalle prossime normative, cercando inoltre di individuare la migliore soluzione applicabile.
AI21-22_ Capsule